alimentazione 200x200
ALIMENTAZIONE

Una premessa da fare è che il cane discende dal lupo: nasce come animale carnivoro, ma il contatto con l’uomo l’ha reso onnivoro. Qui troviamo subito il primo errore che la maggior parte dei proprietari compie: se il cane è onnivoro, allora può mangiare gli avanzi della tavola. Sbagliato: l’intestino del cane non è programmato per digerire la complessità dei cibi che noi mangiamo, quindi se vogliamo persistere nella strada degli avanzi, ebbene, non stupitevi se il vostro cane svilupperà forme di gastrite ed enterite cronica, malassorbimento e via dicendo.

Il ruolo primario della dieta è quello di fornire un quantitativo sufficiente di nutrienti per soddisfare le necessità metaboliche, garantendo il benessere di colui che consuma la dieta stessa, sia questo uomo, cane o gatto. Oltre a soddisfare le necessità nutrizionali, la dieta svolge un ruolo fondamentale nel promuovere e garantire il benessere animale e nel ridurre il rischio di patologie, modulando diverse funzioni nell’organismo. I nostri animali da compagnia non possono considerarsi esenti da queste considerazioni. E’ noto infatti che cani e gatti vivono più a lungo in relazione alla qualità della vita.

Il ruolo del Tecnico Nutrizionista oggi è quello di comunicare e spiegare la relazione fra nutrizione e salute ai proprietari degli animali da compagnia. Nel fare ciò il TN non può esimersi dal considerare le diverse tipologie di diete (casalinga, commerciale) le formulazioni delle stesse, considerando il ruolo dei diversi nutrienti nella prevenzione delle patologie, l’efficacia dell’integrazione delle diete con integratori, nutraceutici e alimenti funzionali. Alla luce di ciò anche gli stessi alimenti utilizzati nelle formulazioni delle diete devono essere garantiti sotto il punto di vista della qualità e della salubrità (sicurezza alimentare e tracciabilità), in relazione alle diverse “emergenze” che si stanno verificando (BSE, OGM, influenza aviaria).


Poiché lo scopo fondamentale dell’alimento è sostenere la nutrizione, gli alimenti devono essere

 #  completi e bilanciati

#     costituiti da ingredienti salubri

#     privi di contaminazioni (il processo di costituzione deve rendere inattivi gli eventuali microorganismi presenti)

#     con tutti i nutrienti mantenuti  inalterati e resi disponibili per l’assorbimento

 

Nel cane sottoposto ad attività fisica gli stessi processi biologici coinvolti nell’esercizio possono provocare nell’organismo una diminuita capacità di mantenere l’OMEOSTASI, sia in caso di squilibri interni che ambientali. I fabbisogni di un cane sportivo sono molto variabili e sono in relazione con il tipo e la quantità di esercizio svolto. Per questo motivo sono molto difficili da quantificare.

 

Gli obiettivi di un efficace programma di alimentazione della cagna e della gatta durante la fase riproduttiva sono quelli di ottimizzare:

q            il concepimento

q                               il numero di cuccioli o gattini per cucciolata

q            la capacità di partorire della femmina

q            la vitalità di cuccioli e gattini

q            l’allattamento

Nei cuccioli bisogna fate particolare attenzione poiche dai 3 ai 9 mesi vi è la fase di accrescimento più critica dove possono  svilupparsi carenze di nutrienti che possono portare a conseguenze molto gravi. Per questo motivo è importante tenere un regime alimentare corretto e monitorare il cucciolo settimanalmente.

Gli obiettivi da perseguire nella gestione del cane anziano sono:

  • Ottimizzare la qualità della vita
  • Minimizzare il rischio di malattie
  • Allungare la prospettiva di vita

Tutto ciò può essere dato attraverso un mirato management nutrizionale.

ozio_gallery_nano
Ozio Gallery made with ❤ by turismo.eu/fuerteventura

 

logo doglogowinners

Asilo Liberty Dog Snc

Via Salvo d'Acquisto 31 - 20863 Concorezzo MB

P.Iva 07902730964

info@libertydog.eu

Tel: 039 6049191

 

Premium Joomla Templates